Prima IMUN, poi MUNER. Da Milano al meraviglioso sogno di New York!

di Flaminia Ercolan
Tempo di lettura 1 min.

Come un gioco di ruolo, IMUN e MUNER NY mi hanno dato l’opportunità di crescere, conoscere, imparare, stringere insolite amicizie, mettermi alla prova. Prima nella vicina Milano e poi oltre oceano, all’agognata e utopica Grande Mela, ho preso parte a due simulazioni di quel che avviene durante le commissioni tenute e coordinate dagli ambasciatori dell’ONU. Insieme ad altri delegati provenienti da ogni parte del mondo, ho cercato di trovare soluzioni a problemi complicatissimi. E a coronare questi splendidi avvenimenti… il calore di Milano e poi il meraviglioso sogno di New York. Che dire? La Grande Mela è proprio la meta a cui tutti gli adolescenti vorrebbero arrivare. Le luci stroboscopiche di Times Square, la vertiginosa altezza dell’Empire State Building, la modernità del MOMA, la classicità del Metropolitan, il privilegio di visitare il Palazzo di Vetro, l’odore penetrante di peanuts, bagels e salsicce lungo le ampie e rumorose vie, gli improponibili caffè di Starbucks… quando mai si potrebbe ripresentare un’occasione del genere?