La metodologia
didattica

Fra le metodologie didattiche affermatesi in questi anni, il learning by doing rappresenta la migliore soluzione formativa per i progetti simulati. L’esercizio e la pratica consentono di trasformare le conoscenze in vere e proprie competenze. Conseguentemente il tempo necessario per assimilare nuove nozioni si ridurrà all’aumentare del numero degli esercizi. Attribuendo senso al proprio apprendimento e al proprio impegno, lo studente trae beneficio in termini di autonomia e responsabilità. Si tratta di un processo circolare di formazione, centrato sul ruolo attivo dello studente.

United Network,
scuola e docenti:
una piena
condivisione
delle scelte
formative

United Network, scuola e docenti: una piena condivisione delle scelte formative

Le simulazioni rappresentano percorsi di formazione di particolare impegno e prestigio; per tale ragione la selezione e la formazione dello studente hanno un ruolo centrale. Ognuno è sottoposto a un attento procedimento di valutazione finalizzato alla verifica del possesso dei requisiti minimi di partecipazione al progetto. Costituisce requisito minimo l’attitudine e il livello di motivazione dimostrati dal candidato in relazione ai temi trattati, nonché la capacità di affrontare le delicate e complesse tematiche oggetto della simulazione in maniera critica, mediante lo sviluppo di approccio e punti di vista originali. Limitatamente alle simulazioni in lingua (inglese o francese), la selezione è finalizzata anche alla verifica delle abilità linguistiche del candidato. A questi è richiesta la capacità di comprendere ed esprimersi in lingua in maniera sufficiente, rinviandosi alla successiva fase di formazione obbligatoria l’acquisizione di quelle competenze linguistiche specifiche legate ai temi trattati nella simulazione. La fase della selezione vede la partecipazione attiva delle scuole e del corpo docente interno degli istituti, in un’ottica di piena condivisione delle scelte formative con l’istituzione scolastica che è messa al centro dell’intero progetto, con funzioni di indirizzo delle scelte formative degli studenti. Ogni studente che partecipa al progetto prende parte al Training Course, che persegue diversi obiettivi formativi. Da un lato verranno fornite le basi per la comprensione della storia e dei meccanismi di funzionamento dell’organismo assembleare rappresentato, dall’altro si forniranno delle competenze che permetteranno allo studente di operare nell’ambiente simulato in modo autonomo. Particolare attenzione è rivolta all’utilizzo delle tecnologie informatiche e digitali, che nella fase antecedente la simulazione costituiscono il principale ambiente di lavoro. Attenzione particolare è, infine, riservata all’orientamento universitario e post-universitario, finalizzato all’esposizione e alla conoscenza di tutti i percorsi di studio nazionali e internazionali.

I progetti si articolano
in due fasi:

  1. Una fase preparatoria, durante la quale gli studenti studiano sia i temi principali oggetto dell’organismo assembleare rappresentato, sia il modo in cui operare all’interno della simulazione.
  2. Una fase operativa di azione diretta basata sul metodo del learning by doing, in cui gli studenti, mettendo a frutto quanto imparato, assumono il ruolo di “delegati”, di “deputati” o di “giornalisti” all’interno della simulazione.

Progetti indirizzati
ai gruppi classe

Per ricevere maggiori dettagli sui progetti indirizzati alle classi, i dirigenti scolastici e i docenti possono contattarci all’indirizzo e-mail info@unitednetwork.it

We The European Union è una simulazione di sedute del Parlamento europeo, durante la quale gli studenti partecipanti sperimentano alcune delle principali funzioni ed attività del Parlamento europeo. Dopo un’introduzione alle istituzioni europee e ai loro compiti, la simulazione si concentrerà sulla costruzione e la stesura delle raccomandazioni agli stati membri. Si procederà anche all’approvazione di un regolamento e di una direttiva preparate dalla Commissione e approvate dal Consiglio. Si può svolgere, a scelta della scuola, in lingua italiana, inglese o francese.

SchoolMUN è una simulazione di processi diplomatici internazionali durante la quale i partecipanti applicheranno in concreto tutte le procedure di lavoro e le regole di funzionamento di organismi internazionali, esercitandosi, dunque, ad operare come veri delegati e sperimentando, attraverso una metodologia ed una preparazione specifica, l’esperienza di lavorare presso un corpo diplomatico. Si svolge in lingua inglese.

Making News è un laboratorio di giornalismo durante il quale  gli studenti andranno a simulare i lavori di una testata giornalistica producendo articoli di quotidiani, lanci, articoli di approfondimento, servizi di telegiornale e prendendo parte ad una simulazione di Conferenza Stampa. Il progetto si svolge in lingua italiana ed il suo scopo è introdurre gli studenti nel mondo del giornalismo, alternando momenti di didattica frontale, classi capovolte e simulazioni.

Res Publica – art. 33 è una simulazione di sedute del Parlamento italiano durante la quale gli studenti si costituiscono in gruppi parlamentari e svolgono le funzioni tipiche dei deputati della Repubblica, lavorando alla stesura di progetti di legge, poi discussi all’interno delle Commissioni e dell’Aula e preparando emendamenti e relazioni che verranno approvati utilizzando le stesse norme utilizzate nella realtà dai parlamentari e codificate nel Regolamento della Camera dei deputati. Si svolge in lingua italiana.

European Camp

European Camp è un progetto di didattica innovativa basato sul metodo del learning by doing che si svolgerà a Ventotene (Latina) durante l’anno scolastico 2021-2022. Gli studenti, all’interno di una sessione simulata del Parlamento Europeo, fingeranno di essere deputati, affrontando all’interno del model le questioni che nel 2022 sta per affrontare questa importantissima istituzione comunitaria. ll progetto, riconducibile al metodo del “challenge based learning”, si potrà svolgere, a scelta della scuola, in lingua italiana o inglese.

Tutti i progetti di United Network sono riconoscibili da parte della scuola quale percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento. La circostanza è riconosciuta anche da un protocollo d’intesa che United Network – unico ente in Italia – ha sottoscritto nel 2016 con il Ministero dell’Istruzione e che ha rinnovato nel 2020 con durata triennale. Il protocollo è disponibile sul sito del MIUR al presente link. Affinché possano essere riconosciute le ore ai fini degli obblighi di PCTO (fino a 70 ore per ogni progetto), è necessario che l’istituto scolastico sottoscriva con la nostra organizzazione un protocollo d’intesa gratuito.

I docenti referenti delle scuole dei progetti curati da United Network vedono riconosciuta la propria attività ai fini dell’obbligo di Formazione Permanente. In attuazione della Legge sulla Buona Scuola, il Ministero dell’Istruzione ha varato il Piano per la Formazione Permanente per il 2016 – 2019. La legge stabilisce, in particolare, l’obbligatorietà della formazione permanente del docente: la partecipazione ad azioni formative deve sempre far riferimento alla comunità scolastica. Le esperienze formative svolte vengono annotate dai docenti all’interno dei loro portfolio on-line. Dal 2017 United Network riconosce ai docenti referenti l’attività svolta quale momento di formazione e aggiornamento professionale, che viene svolta nell’ambito delle simulazioni con moduli di laboratorio ad essi dedicati. La partecipazione ai suddetti moduli è, per i docenti referenti, totalmente gratuita.

I moduli sono volti a potenziare le seguenti azioni informative, individuate dal Ministero:

  1. Ambienti apprendimento: innovazione didattica, competenze digitali, contenuti digitali, potenziamento in chiave digitale degli indirizzi caratterizzanti;
  2. Percorsi di potenziamento linguistico con elementi di metodologia didattica innovativa;
  3. Percorsi di tipo specialistico legati al fenomeno del bullismo e del cyberbullismo;
  4. Formazione di figure di coordinamento per programmi di accoglienza, integrazione e animazione culturale e scambi internazionali;
  5. Competenze di cittadinanza e cittadinanza globale (coordinamento);
  6. Competenze di cittadinanza e cittadinanza globale: parità di genere, educazione ambientale, educazione alimentare e corretti stili di vita, cittadinanza scientifica, legalità e cittadinanza attiva ecc.;
  7. Conoscenza degli strumenti e del processo dell’alternanza e occasioni di trasferimento di know-how da parte di dirigenti e docenti già esperti nella progettazione e gestione di progetti di percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento.

Le simulazioni di United Network avvicinano gli studenti all’educazione, alla cittadinanza e allo studio consapevole delle principali istituzioni rappresentative (Parlamento italiano, Parlamento europeo, Nazioni Unite). I decreti attuativi della Buona Scuola hanno in particolare riformato la disciplina degli Esami di Stato stabilendo che maggiore peso è dato, nel colloquio orale finale, alle competenze di Cittadinanza e Costituzione. Tutti i percorsi formativi di United Network hanno il fine preciso di promuovere tra gli studenti una conoscenza specifica e di alto livello degli organismi rappresentativi, del loro funzionamento nonché dei temi oggetto dell’attività delle istituzioni democratiche.

I progetti di United Network contribuiscono a internazionalizzare il profilo della scuola, mettendo gli studenti in contatto con coetanei provenienti da altre culture.

I progetti di United Network sono centrali nell’orientare gli studenti delle scuole superiori rispetto alle future scelte universitarie.

Tutti i progetti di United Network prevedono, tra le altre cose, il potenziamento delle abilità informatiche dello studente, chiamato a relazionarsi con i tutor e i coordinatori attraverso la piattaforma Google Classroom.